Anonim

ingredienti

3 cucchiai di burro non salato, diviso 1 tazza di piccole teste di violino, strettamente arricciate, sciacquate, sbollentate e raffreddate Kosher o sale marino e pepe nero macinato fresco 2 tazze di funghi spugnole fresche 1 cucchiaio di scalogno tritato (1 scalogno piccolo) 4 tazze di brodo vegetale, diviso 1 grande cipolla rossa, 1 spicchio d'aglio tritato finemente, tritato 2 cucchiai di olio d'oliva, diviso 1-1 / 2 tazze di riso Arborio o Carnaroli 3 once di vermouth o vino bianco croccante (Lee preferisce Orvieto dall'Umbria) 6 rametti di timo fresco, foglie rimosse, steli scartato 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato fresco Guarnizione: Parmigiano Reggiano rasato

Istruzioni

1. In una padella a fuoco medio a fuoco medio-alto, sciogli 1 cucchiaio di burro e cuoci le teste di violino fino ad appassire. Condire con sale e pepe e mettere da parte.

2. In una padella medio a fuoco medio-alto, sciogli 1 cucchiaio di burro e cuoci le spugnole e lo scalogno fino a quando lo scalogno è traslucido. Aggiungere ¼ di tazza di brodo vegetale e cuocere fino a quando la maggior parte del liquido si è cotta. Condire con sale e pepe. Mettere da parte e tenere al caldo.

3. In una casseruola dal fondo pesante a fuoco medio-alto, soffriggere la cipolla rossa e l'aglio in 1 cucchiaio di olio d'oliva fino a quando non sono trasparenti. Togliere dal fuoco e aggiungere il riso. Continuare a mescolare 45 secondi. Abbassa il fuoco a medio, aggiungi vino e cuoci fino a quando il liquido non è appena evaporato.

4. Aggiungere ⅔ tazza di brodo vegetale, mescolando di tanto in tanto fino ad assorbire la maggior parte del liquido. Aggiungi il brodo rimanente ½ tazza alla volta, mescolando bene, fino a quando il riso è al dente: leggermente sodo quando viene morso, ma non pastoso.

5. Piegare le teste di violino, il burro rimanente, il timo e il formaggio. Mescolare per combinare. Aggiustare di sale e pepe. Dividi il risotto in sei scodelle calde e aggiungi un cucchiaio di spugnola / scalogno e formaggio rasato sopra.

Adattato dalla ricetta delle Cinque Terre e della Vignola